Consulta gli articoli

Prima pagina                  


   Pioggia torrenziale in Tunisia e siccità in Europa

Sarebbero cinque le vittime nel nord-est della Tunisia nella provincia di Nabeul a causa di intense precipitazioni piovose che hanno raggiunto un massimo di quasi duecento millimetri di pioggia che hanno provocato dei crolli di edifici e l'ondata di maltempo ha interessato anche altre province del paese; i soccorsi organizzati hanno portato aiuto ad ottantasei veicoli rimasti in panne sulla strade e a venticinque turisti giapponesi che erano rimasti bloccati presso una spiaggia. Per quanto riguarda l'Europa molte zone sono alle prese con prolungata siccità e temperature anomale con record di caldo raggiunti per lunghi periodi di tempo nei mesi di agosto e settembre, particolarmente colpita dalla siccità sarebbe la Cecoslovacchia dove le autorità hanno predisposto un piano di risarcimenti per i danni subiti dagli agricoltori, poi hanno avvertito che ovviamente i prezzi degli alimenti subiranno degli aumenti a causa delle avverse condizioni climatiche.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    24/09/2018                  n°:   3881      
__________________________________________________________________________________________________

   Città come spugne per fronteggiare eventi estremi

Per cercare di mitigare i danni derivanti da forti vortici ciclonici, di intensità ora superiore di un quindici percento rispetto al passato e con potenza distruttiva aumentata del cinquanta percento, secondo i ricercatori bisognerebbe adottare in città sempre più popolate stratagemmi tecnologici che le trasformino come in spugne ad esempio con asfalto che possa assorbire l'acqua, spazi verdi e parchi che possano arrestare i torrenti d'acqua che si formano in caso di intense precipitazioni piovose; poi difese contro le inondazioni ed aree cuscinetto oltre a rifugi sopraelevati per la popolazione e messaggi di testo su telefonini e visori che avvertano del livello raggiunto dall'acqua e delle vie di fuga. Le abitazioni devono poter resistere a raffiche di vento ed intemperie anche con una corretta pianificazione urbana, poi gli agricoltori dovrebbero diversificare i raccolti in opportuni momenti di tempo in modo da non perdere tutto in caso di eventi estremi.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    22/09/2018                  n°:   3880      
__________________________________________________________________________________________________

   Un ciclone sull'India e disagi in Florida

Un vortice ciclonico chiamato "Daye" caratterizzato da precipitazioni piovose di tipo torrenziale e forte raffiche di vento starebbe interessando la zona costiera presso Gopalpur in Odisha e secondo le previsioni meteo la tempesta dovrebbe muoversi dal Golfo del Bengala verso nord, nord-ovest all'interno dell'India perdendo forza gradualmente forse diventando una profonda depressione e le autorità hanno provveduto ad adottare misure precauzionali per fronteggiare l'evento meteorologico. Per quanto riguarda la Florida si parla di disagi per la popolazione duramente provata da una settimana di raffiche di vento, pioggia intensa, inondazioni, mancanza di fornitura elettrica con un bilancio delle vittime aumentato a trentasette, poi le inondazioni hanno ucciso gli animali negli allevamenti e sommerso i raccolti causando gravi danni. Si parla anche di aumentato rischio ambientale per una perdita di oltre diciotto milioni di litri di scarichi di uomini e animali parzialmente trattati nel fiume Cape Fear per mancanza di alimentazione all'impianto di trattamento con il successivo accumulo di materiale di scarico che ha causato la rottura di una diga di contenimento.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    21/09/2018                  n°:   3879      
__________________________________________________________________________________________________

   Ancora maltempo nelle Filippine

Sarebbero almeno tre le vittime a causa di una frana che si è staccata da una montagna nelle Filippine centrali presso la città di Naga in una comunità rurale per le intense piogge monsoniche e ha travolto una decina di case e si parla anche di diversi dispersi; ma l'attenzione è focalizzata principalmente sui danni provocati dal tifone Mangkhut a tutte le coltivazioni, ora ancora inondate, mentre è aumentato ad ottantuno il bilancio delle vittime nel nord dell'isola di Luzon, molti dei quali a causa di una frana che ha fatto crollare i fragili tunnel in una piccola miniera presso Itogon scavata con scarsi requisiti di sicurezza. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche delle polemiche riguardo la gestione dell'emergenza in Florida a a causa del passaggio dell'uragano Florence (come già accaduto per Porto Rico), con la popolazione bloccata nelle case sommerse dall'acqua e alto rischio di cedimento di una diga.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    20/09/2018                  n°:   3878      
__________________________________________________________________________________________________

   Inondazioni in Niger e Florida

Le intense e prolungate precipitazioni piovose tipiche per questo periodo nel paese avrebbero causato oltre cento vittime a causa di inondazioni e frane, poi le autorità hanno detto che il caratteristico centro storico del quindicesimo secolo della città di Agadez è minacciato dai crolli dopo settimane di pioggia torrenziale; inoltre, la popolazione è in difficoltà alle prese con campi coltivati allagati, difficoltà negli spostamenti e mancanza di beni necessari alla sopravvivenza. Per quanto riguarda la Florida sarebbe aumentato a trentacinque il bilancio delle vittime delle inondazioni in Carolina del nord e del sud oltre a lasciare al buio oltre cinquecentomila persone sulla costa est degli U.S.A. a causa del passaggio della tempesta tropicale Florence che ha lasciato una scia di distruzione al suo passaggio abbattendo centinaia di alberi, danneggiando case, facendo esondare fiumi e conseguenti alluvioni con danni ingenti. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche danni rilevanti all'agricoltura anche in Cina dopo il passaggio del tifone Mangkhut soprattutto nella regione autonoma dello Guangxi Zhuang.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    19/09/2018                  n°:   3877      
__________________________________________________________________________________________________

   Wilmington in Carolina del nord isolata da alluvioni

A causa del passaggio dell'uragano Florence, degradato a tempesta tropicale ma caratterizzato da precipitazioni piovose torrenziali, la città di Wilmington che conta circa centoventimila abitanti risulterebbe isolata dal resto della Carolina del nord e gli abitanti in gran parte non possono disporre di energia elettrica, poi bisogna utilizzare delle barche per spostarsi sulle strade inondate e molti abitanti bloccati ai piani alti delle loro case aspettano l'intervento di soccorso tramite elicotteri. Nel frattempo è aumentato a diciotto il bilancio delle vittime in Florida e continuano gli ordini di evacuazione perché il vortice rimane piuttosto pericoloso mentre continua la sua lenta corsa causando danni rilevanti. Da segnalare cambiando argomento che nelle Filippine si scava ancora a mani nude per cercare persone travolte dalle frane causate dal tifone Mangkhut in particolare presso Itogon; ultimamente si parla di un bilancio provvisorio di settantaquattro vittime.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    18/09/2018                  n°:   3876      
__________________________________________________________________________________________________

   Dopo le Filippine un tifone sferza la Cina

Sarebbero quattro le vittime in Cina nel Guangdong a causa del super tifone degradato "Mangkhut" che con venti superiori a centosessanta chilometri orari ha costretto all'evacuazione di oltre due milioni e quattrocentocinquantamila persone, riportato nei porti quarantottomila imbarcazioni da pesca e dopo aver provocato almeno sessanta vittime nelle Filippine e circa duecento feriti ad Hong Kong. Altre regioni del sud della Cina oltre al Guangdong sono state sferzate da forti raffiche di vento e precipitazioni piovose torrenziali come l'Hainan e lo Guangxi Zhuang mentre l'enorme formazione ciclonica continua la sua lenta corsa verso l'interno del paese. Da segnalare cambiando argomento che sarebbe aumentato a quattordici il bilancio delle vittime dell'uragano Florence in America mentre le inondazioni continuano ad interessare la Carolina del nord e del sud mentre le autorità avvertono che il vortice rimane piuttosto pericoloso.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    17/09/2018                  n°:   3875      
__________________________________________________________________________________________________

   Filippine sferzate da un forte tifone

Si calcola che oltre cinque milioni di persone potrebbero essere interessate dal forte tifone "Mangkhut", ora classificato come equivalente ad un uragano atlantico forza quattro dopo aver perso potenza, che sta sferzando con raffiche di vento a duecento chilometri orari e precipitazioni piovose torrenziali le Filippine nella zona costiera verso il nord dell'isola di Luzon presso la città di Baggao nella provincia di Cagayan inondando le coltivazioni di riso, le autorità hanno provveduto ad attuare un'evacuazione di massa della popolazione, bloccando i trasporti e le barche in porto ma si parla di alcune vittime (in agosto il tifone Hato aveva causato dieci vittime a Macau presso Hong Kong provocando accuse di impreparazione). Da segnalare cambiando argomento che l'uragano Florence ora degradato a tempesta tropicale avrebbe causato cinque vittime in Carolina del nord, vaste inondazioni ed interruzioni della fornitura di energia elettrica.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    15/09/2018                  n°:   3874      
__________________________________________________________________________________________________

   Super tifone si avvicina alle Filippine

Un vortice che monitorato da satellite appare davvero enorme e chiamato "Mangkhut", classificato come tifone alla massima potenza di categoria cinque con picchi di vento che possono raggiungere i duecentosettanta chilometri orari sta per raggiungere le Filippine, si ipotizza che possa dirigersi verso le isole a nord e quindi anche verso la capitale Manila, le autorità hanno fatto evacuare migliaia persone dalle coste avvertendo la popolazione di mettersi al sicuro, poi potrebbe proseguire la sua corsa e colpire anche la Cina. Nel frattempo l'uragano Florence in America ha perso potenza ed è stato ulteriormente declassato a categoria uno, ma il vortice pare che abbia aumentato ulteriormente le sue dimensioni (ma senza raggiungere le dimensioni di Mangkhut) muovendosi molto lentamente e questo può essere pericoloso per gli effetti sul territorio per eventuali alluvioni, si parla di vaste zone già prive di fornitura elettrica e notevoli disagi.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    14/09/2018                  n°:   3873      
__________________________________________________________________________________________________

   Uragano produce danni prima di arrivare in U.S.A.

Ancora prima di essere arrivato sulle coste della Florida l'uragano "Florence", dal vortice ultimamente ingrandito anche se declassato a categoria due ma ancora potenzialmente molto pericoloso, sta causando danni e disagi per l'imponente piano di evacuazione di un milione e settecentomila persone in Virginia, Carolina del Nord e del Sud con lunghissime file di auto in strade ed autostrade, automobilisti che fanno il pieno ai serbatoi e alle prese con taniche di carburante, traffico caotico ed obbligato in una sola direzione e migliaia di voli aerei cancellati. Per quelli che rimangono, in genere persone che dispongono di scarse risorse (come spesso capita in questi stati dalle forti contraddizioni sociali) non resta che barricarsi in casa inchiodando tavole di legno alle finestre, ponendo sacchi di sabbia alla base degli ingressi, mantenendo al massimo il frigorifero per far fronte ai probabili blackout considerando che anche delle centrali nucleari potrebbero essere colpite dalla tempesta.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    13/09/2018                  n°:   3872      
__________________________________________________________________________________________________


Prima pagina                  

           ..................................................              ^      2      3      4      5



    N.B. L'autore non si assume alcuna responsabilità per il cattivo uso dei consigli proposti (tutti i diritti sono riservati)



          Funzione 
 zoom        -


          Immettere un dato da cercare nel giornale:                        
                                    Info Password Salutistico©