Consulta gli articoli

Prima pagina                  


   Le api in Francia raccolgono poco nettare

Gli apicoltori in Francia si lamentano che a causa delle avverse condizioni climatiche le api non raccolgono nulla e gli alveari sono praticamente vuoti con pochissimo miele, tanto che sono costretti a nutrire gli insetti con sciroppo perché soffrono la fame, poi vi è anche un'ondata di calore ad aggravare la situazione. La popolazione di api negli ultimi anni è stata decimata da pesticidi, parassiti, cambiamenti climatici o una combinazione di questi fattori, poi in genere gli insetti e la regina vivono meno; quindi ci si aspetta una stagione con scarsa produzione di miele, dal momento che ad esempio gli alberi di acacia sono stati danneggiati dal freddo dopo un inverno con temperature altalenanti e in primavera ha piovuto molto e le api non hanno potuto bottinare, anche se potrebbe verificarsi un recupero entro fine stagione. Da tenere presente che raccogliendo il nettare dai fiori le api impollinano le piante poi trasferiscono con la bocca il succo zuccherino ad altre api nell'alveare.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    26/06/2019                  n°:   4119      
__________________________________________________________________________________________________

   Ondata di calore sull'Europa

Delle correnti calde provenienti dal deserto del Sahara stanno facendo alzare le temperature e in Francia dove dopo l'estate rovente del 2003 (che causò circa quindicimila vittime per cause correlate al caldo) è stato predisposto un sistema di allerta le autorità sanitarie avvertono i cittadini di cautelarsi ed usufruire degli appositi servizi attivati. Previsto gran caldo anche in Belgio, Svizzera e Germania, in particolare in quest'ultimo paese si potrebbero sfiorare i quaranta gradi Celsius e quindi superando il record per il mese di giugno registrato a Francoforte nel 1947, poi si teme per eventuali incendi. In Italia preoccupa in alcune metropoli la gestione dei rifiuti, spesso disorganizzata e che può causare con il caldo emergenze sanitarie. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche che organizzazioni ambientaliste avvertono di non rilasciare nell'aria i palloncini per bambini dal momento che rappresentano una minaccia per gli uccelli acquatici.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    25/06/2019                  n°:   4118      
__________________________________________________________________________________________________

   Sisma in Cina ed inondazioni in Indonesia

Una scossa di terremoto di magnitudo 5.4 avrebbe interessato la contea di Gongxian nel Sichuan causando oltre trenta feriti di cui nessuno in gravi condizioni, questo a pochi giorni di distanza dal sisma verificatosi presso Yibin (con tredici vittime, duecentoventi feriti ed ottantamila persone evacuate) dove è stato registrato sciame sismico e scosse di assestamento. Per quanto riguarda l'Indonesia si parla di inondazioni e frane nel sud-est della provincia di Sulawesi costringendo molti residenti ad abbandonare le proprie abitazioni, poi si calcola che quasi diecimila persone sono state evacuate dall'inizio di giugno sempre a causa di inondazioni verificatesi soprattutto nel distretto di Konawe Utara. Da segnalare spostando l'attenzione ad altri scenari altre emergenze come in Uruguay dove recentemente precipitazioni piovose torrenziali hanno causato migliaia di evacuazioni in particolare dalla città di Durazno e qualche giorno fa in Brasile diverse vittime per frane nella città di Recife.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    24/06/2019                  n°:   4117      
__________________________________________________________________________________________________

   Ondata di maltempo al Nord in Italia

Una perturbazione caratterizzata da forti precipitazioni piovose, grandinate e forte vento ha colpito il nord-ovest dell'Italia con danni e disagi soprattutto in Piemonte; inoltre, si parla di una vittima oltre a strade e sottopassi allagati, voragini, evacuazioni. Qualche giorno fa in provincia di Lecco in Lombardia frane e torrenti di fango dalle alture hanno causato molti danni con centinaia di persone evacuate (quasi tutti già rientrati nelle proprie abitazioni) e sarebbero stati stanziati dei fondi anche per fronteggiare il dissesto idrogeologico. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche che organizzazioni internazionali invitano le autorità dell'Indonesia a fra passi significativi per contrastare i cambiamenti climatici promuovendo uno sviluppo sostenibile, tutelando le foreste ed il territorio; dal momento che il paese a quanto pare è stato classificato in quinta posizione come fonte di gas inquinanti ad effetto serra nel globo.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    22/06/2019                  n°:   4116      
__________________________________________________________________________________________________

   Molte persone con demenza disperse in Giappone

Le richieste di ricerca di persone con demenza allontanatesi da casa presentate alle autorità in Giappone avrebbero raggiunto un record, si parla di diciassettemila casi nel 2018 che poi sono state ritrovate entro l'anno, ma per quasi duecento persone le ricerche non hanno avuto esito positivo. I dati mostrano un aumento di oltre mille persone rispetto al 2017; inoltre, i casi sarebbero raddoppiati da quando nel 2012 queste statistiche sono registrate, quindi alcuni sottolineano l'importanza di un ampio supporto della comunità per aiutare queste persone spesso disorientate a ritrovare la strada di casa. Di solito oltre il settantatre percento di persone date per disperse sono ritrovate lo stesso giorno della segnalazione di scomparsa fatta dai familiari, poi in oltre il novantanove percento dei casi comunque sono ritrovate nel giro di una settimana, ma di molte persone si perdono le tracce (coinvolte forse in tragici incidenti). Pare che le persone con demenza spesso sentano il desidero di recarsi nella casa dove hanno trascorso l'infanzia perdendo poi l'orientamento.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    21/06/2019                  n°:   4115      
__________________________________________________________________________________________________

   Discussioni riguardo una nuova moneta elettronica

In seguito all'annuncio del lancio di una nuova moneta elettronica da parte di un noto monopolista dei social network alcuni, visto anche la presenza di importanti partner che in pratica sostengono l'iniziativa, hanno accusato la grande compagnia di mettere a rischio la privacy degli utenti per facilitare le pratiche finanziarie previste per l'acquisto dei prodotti sponsorizzati. Del resto già ci sarebbe un'indagine federale sul social network proprio per violazione della norme sulla privacy ed antitrust, insieme ad altri giganti tecnologici; inoltre è chiara l'intenzione di dirottare (e forse pilotare) la maggior parte del commercio elettronico sulla piattaforma di scambio messaggi e socializzazione. Oltre ai problemi ambientali causati dalla grande quantità di energia richiesta per criptare la valuta elettronica vi sarebbero difficoltà di tracciabilità delle transazioni eventualmente da parte di organizzazioni malavitose.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    20/06/2019                  n°:   4114      
__________________________________________________________________________________________________

   Sisma in Giappone con qualche disagio

E' stato valutato di magnitudo 6.7 (dopo una dichiarazione iniziale di 6.8) il terremoto che ieri ha scosso la prefettura di Yamagata in Giappone causando una ventina di feriti e diversi disagi, come ad esempio cancellazioni di collegamenti di treni ad alta velocità e quasi diecimila utenze che sono state interessate da interruzione della fornitura elettrica nelle prefetture di Yamagata e Niigata, poi era stato diramato anche un allarme tsunami che si è risolto con un'onda non alta sulla costa da cui per precauzione erano state evacuate molte persone. Sono in corso le operazioni di soccorso mentre rimane un avviso di allerta per la popolazione nelle aree interessate dal sisma. Da segnalare cambiando completamente argomento che in Rwanda le autorità del paese africano hanno annunciato un'iniziativa per promuovere sistemi di raffreddamento più ecologici, efficienti e puliti anche per rispettare il protocollo di Montreal riguardo i gas che provocano il buco dell'ozono nell'atmosfera.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    19/06/2019                  n°:   4113      
__________________________________________________________________________________________________

   Terremoto nel Sichuan in Cina

Sarebbero almeno tredici le vittime e duecento i feriti a causa di un sisma di magnitudo sei che ha colpito la provincia del Sichuan in Cina presso la città di Yibin, quattromila le persone evacuate dalle abitazioni e strutture danneggiate dalla scossa che secondo le autorità è stata segnalata un minuto prima da un sistema di allarme contro i terremoti nella capitale provinciale Chengdu e dieci secondi prima a Yibin. Varie fessurazioni sulle autostrade hanno costretto ad esempio alla chiusura della principale strada di collegamento fra Yibin e la contea di Xuyong, poi nella contea di Changning il tetto di un'abitazione è crollato addosso ad una struttura per la fornitura di energia elettrica danneggiandola. Molte squadre di soccorso sono all'opera scavando fra le macerie cercando i dispersi ed avrebbero già portato decine di feriti in due ospedali. In febbraio un sisma forse causato dal fracking aveva causato due vittime nella contea di Rongxian.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    18/06/2019                  n°:   4112      
__________________________________________________________________________________________________

   Caldo, siccità e polemiche in India

Da molti giorni un'ondata di calore sta interessando vaste aree dell'India con temperature che raggiungono anche i cinquanta gradi Celsius, si parla di decine di vittime e disagi poi ad aggravare la situazione si parla di una prolungata siccità, ad esempio nel Tamil Nadu dove da mesi la popolazione deve far fronte alla scarsità d'acqua il livello del lago Chennai Porur avrebbe raggiunto il livello più basso, considerando che è la principale risorsa idrica. Molti cercano di pompare acqua dalla falda, ma la sua purezza è compromessa dagli inquinanti e l'unica soluzione per dissetarsi a quanto pare rimane quella di comprare delle bottiglie nei punti vendita. Molte attività nella città di Chennai (Madras) hanno risentito della scarsità idrica costrette a ridurre drasticamente gli orari di apertura, con accuse varie e polemiche contro l'amministrazione incapace secondo alcuni di fronteggiare la situazione. Da segnalare spostando l'attenzione al Canada le anomale alte temperature registrate nel mese di giugno con una ventina di nuovi record.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    17/06/2019                  n°:   4111      
__________________________________________________________________________________________________

   Lavare i denti per prevenire le demenze

I vasi sanguigni dell'area triangolare formata in modo figurato dalla bocca e dal naso sono molto vicini a quelli del cervello e quindi secondo i ricercatori da identificare come pericolosa dal momento che eventuali infezioni non curate causate da batteri ad esempio per colpa della placca dei denti e da infiammazioni delle gengive potrebbero raggiungere il cervello e causare demenze o malattie degenerative fra cui l'Alzheimer. Bisognerebbe fare anche molta attenzione a lavarsi bene le mani prima di avvicinarle al viso e soprattutto nella zona di bocca e naso, poi meglio non toccare i brufoli del viso che possono essere un vero e proprio focolaio batterico vicino al cervello. Se non si lavano i denti dopo ogni pasto (o quando si bevono bevande zuccherine) mantenendo con costanza l'igiene della bocca si può formare un poco di placca che con il tempo aumenta di spessore favorendo la proliferazione di batteri che producono delle proteine che distruggono le cellule nervose.

Posta elettronica:       info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:    15/06/2019                  n°:   4110      
__________________________________________________________________________________________________


Prima pagina                  

           ..................................................              ^      2      3      4      5



    N.B. L'autore non si assume alcuna responsabilità per il cattivo uso dei consigli proposti (tutti i diritti sono riservati)



          Funzione 
 zoom        -


          Immettere un dato da cercare nel giornale:                        
                                    Info Password Salutistico©