Consulta gli articoli
Esame del sangue per Alzheimer e Parkinson

Quando si invecchia il meccanismo che impedisce agli aggregati di proteine di diffondersi nel cervello funziona un poco meno bene causando con il passare degli anni una sempre più estesa degenerazione nelle sinapsi, poi questo processo lascia dei marcatori biologici che secondo uno studio effettuato da ricercatori giapponesi ed australiani è possibile rilevare con un semplice esame del sangue; infatti, rimarrebbe la traccia di due piccole proteine prodotte da un precursore della proteina amiloide che solo ora si riesce ad identificare grazie ad un esame sofisticato che è piuttosto accurato, poco invasivo e meno costoso degli esami di tipo tradizionale (però per il trattamento manca ancora una cura). Per quanto riguarda il Parkinson basterebbe misurare il livello di caffeina nel sangue dal momento che le persone che hanno questa malattia degenerativa hanno livelli molto inferiori di caffeina nel sangue rispetto ad in individui sani.

Posta elettronica:   info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:   08/02/2018                             n° articolo:   3686 _____________________________________________________________________________________________________

:: Prima pagina del giornale salutistico ::



           

Prima pagina
Salutistico e Benessere
Corpo - allenamento
Mente - allenamento
Anima - allenamento
Preghiera e Meditazione
Alimentazione
Allenamento e Fitness
Salute e Wellness
Musica
Ambiente e natura
Tecnologia e pubblicazioni
Sicurezza e salute
Meditazione e società
Alimenti e sicurezza
Umorismo salutistico
Varie e naturali
     

          Immettere un dato da cercare nel giornale: