(Nei browser tipo Mozilla scegliere una categoria o cliccare sui titoli per aprirli tutti)

Consultazione articoli salutistici in linea
Subsidenza allarmante nelle Filippine

La terra sta sprofondando lentamente ed inesorabilmente a livelli allarmanti in vaste zone delle Filippine a causa soprattutto di procedure di pompaggio senza regole pianificate, effettuate da abitazioni, industrie e fattorie che risucchiamo grandi quantità di acqua dalle falde sotterranee in modo da sostenere l'economia in grande crescita di un paese sempre più popoloso. Le provincie di Pampanga e Bulacan sarebbero sprofondate fra i quattro ed i sei centimetri all'anno dal 2003 e ad esempio la situazione nella città costiera di Pariahan nel nord del paese è davvero preoccupante anche per il rialzo del livello del mare a causa dei cambiamenti climatici, poi fra gli altri rischi bisognerà tenere conto delle frequenti tempeste che sferzano le Filippine. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche uno studio canadese sull'impatto finanziario dei cambiamenti climatici in grado di affossare l'economia del paese.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   20/05/2019
__________________________________________

Inondazioni per piogge torrenziali in Mali

Sarebbero almeno quindici le vittime e due i feriti in Mali a causa di precipitazioni piovose torrenziali e conseguenti inondazioni che hanno interessato una vasta area e soprattutto la capitale Bamako nel sud-ovest del paese, poi si parla di abitazioni danneggiate, danni e molte persone evacuate. In genere le inondazioni sono abbastanza frequenti in questo paese africano che si trova in gran parte in una zona semidesertica del Sahel. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche l'emergenza ambientale costituita dai rifiuti di plastica in Giappone dove le autorità hanno chiesto alle municipalità di eliminare le innumerevoli pile accatastate di plastica come rifiuti industriali (poi da selezionare ed inviare agli inceneritori) dal momento che in seguito alla decisione della Cina di non accettare più di riciclare la plastica la situazione è sfuggita dal controllo considerando che il paese esportava un milione e mezzo di tonnellate di rifiuti di plastica nel 2016 e poco meno nel 2017.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   18/05/2019
__________________________________________

Molti negano il surriscaldamento climatico antropico

Nonostante i cambiamenti climatici ormai siano sotto gli occhi di tutti e le ricerche indichino chiaramente come l'uomo sia il principale responsabile ci sono molte persone nel mondo che si ostinano a non credere che siano le attività umane collegate allo sfruttamento dei combustibili fossili ad aumentare in modo incontrollabile il surriscaldamento globale. Al primo posto fra i cosiddetti negazionisti riguardo il ruolo delle attività umane ci sarebbero gli indonesiani con il diciotto percento (più un sei percento che non vede proprio nessun cambiamento), poi i sauditi con il sedici, gli statunitensi con il tredici, sudafricani undici, messicani ed egiziani dieci; almeno da quanto risulta da uno studio effettuato sulle opinioni pubbliche di ventitre paesi. La consapevolezza è il primo passo per poter produrre un cambiamento e se vi sono ancora tante presone scettiche non ci si stupisce più di tanto che le emissioni stiano ancora aumentando.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   17/05/2019
__________________________________________

Cure poco efficaci per la Xylella

La prevenzione sembrerebbe l'unico modo per evitare che le piante di ulivo siano aggredite dalla Xylella fastidiosa, almeno da quanto risulta dai test effettuati dalle autorità europee che hanno verificato come le cure ed i trattamenti vari applicati alle piante per debellare un aggressivo patogeno veicolato da una cicala dei prati siano poco efficaci nell'eradicarlo definitivamente ed in grado solo di ritardarne la diffusione; quindi sarà comunque necessario procedere al taglio delle piante malate in Puglia e di quelle a rischio (magari sostituendole con varietà di piante di ulivo resistenti alla Xylella). Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche i danni causati dalla recente ondata di maltempo in Emilia Romagna soprattutto nel forlivese con campi allagati e fiumi in piena che hanno trasportato una gran quantità di legname ed anche tronchi d'albero che si sono depositati sulle spiagge riminesi.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   16/05/2019
__________________________________________

Nuovo record di concentrazione di CO2

La soglia delle quattrocentoquindici parti per milione di concentrazione di biossido di carbonio nell'atmosfera sarebbe stata superata, da quanto risulta dai dati raccolti dall'osservatorio di Mauna Loa nelle Hawaii, un valore molto preoccupante che dimostra che nonostante gli accordi climatici di Parigi del 2015 le emissioni non siano diminuite ed anzi pare stiano aumentando passando da un due e mezzo ppm all'anno a tre ppm con effetti disastrosi sul pianeta. Prima della rivoluzione industriale il valore di biossido di carbonio era intorno ai trecento ppm e per trovare valori superiori a quelli odierni bisogna andare a tre milioni di anni fa, quando le temperature erano tre o quattro gradi Celsius più alte con l'Antartide coperta di foreste ed anche il livello degli oceani era diversi metri più alto. Le prime conseguenze saranno sulla grande barriera corallina che già è severamente danneggiata tanto che vi è un turismo anomalo ed inquinante con gente che vuole vedere questa meraviglia prima che sia troppo tardi.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   15/05/2019
__________________________________________

Catalizzare facilmente il metano in metanolo

Nei processi industriali attuali per catalizzare il metano in metanolo è necessaria una pressione elevatissima e temperatura superiore a milletrecento gradi Celsius, ma i ricercatori avrebbero scoperto dei cosiddetti batteri metanotrofici in grado a temperatura ambiente di fare questa reazione catalitica e senza dispendio energetico con la presenza di ioni di rame. Dal momento che il metano è un potente gas ad effetto serra riuscire a convertirlo facilmente in metanolo da utilizzare ad esempio come carburante per autotrazione e per generare elettricità potrebbe essere una scelta positiva per l'ambiente (anche se non produrre gas ad effetto serra è la migliore scelta ecologista). Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche tecnologiche che per preservare la biodiversità dell'Amazzonia i ricercatori stanno sviluppando sensori sensibilissimi per catturare immagini e suoni della foresta pluviale per un progetto in varie fasi di tutela ambientale.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   14/05/2019
__________________________________________

Necessari ulteriori tagli alle emissioni

Le riduzioni riguardo le emissioni di gas ad effetto serra stabilite nel protocollo climatico di Parigi (mezzo grado Celsius di contenimento del rialzo delle temperature che si aggiunge al grado già raggiunto) non sono sufficienti ad evitare un surriscaldamento climatico con effetti incontrollabili sul pianeta ed è urgente secondo l'opinione di alcuni ricercatori una rapida transizione ad un'economia sostenibile. Autorità di organizzazioni internazionali hanno illustrato questa posizione sottolineando come i cambiamenti climatici stiano già devastando vaste aree e si porta ad esempio isole del Pacifico come Fiji, Tuvalu e Vanuatu alle prese anche con il rialzo del mare. E' necessario smettere di sovvenzionare le aziende che estraggono ed utilizzano combustibili fossili se si vuole evitare un disastro drammatico, ma da queste considerazioni emerge allo stesso tempo il paradosso degli Stati Uniti che guidano queste organizzazioni internazionali senza fare praticamente nulla per ridurre le emissioni.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   13/05/2019
__________________________________________

Incendi in Messico e maltempo in Italia

Alcuni incendi favoriti dalle alte temperature e dalla vegetazione piuttosto secca avrebbero divorato vaste zone di foresta in Messico, tanto che le autorità hanno dichiarato lo stato di emergenza in undici municipalità. Circa trecento pompieri sono impegnati a spegnere il fuoco presso la grande città di Guadalajara, ma anche nella capitale Città del Messico i cittadini hanno dovuto tenere le finestre chiuse a causa del fumo degli incendi. Per quanto riguarda l'Italia un'ondata di maltempo caratterizzata da forte vento, intense precipitazioni piovose e grandinate ha colpito soprattutto la Lombardia causando due vittime, due pescatori che cercavano rifugio sotto un albero che si è spezzato a causa del forte vento; poi vi sono stati danni e disagi con strutture scoperchiate, strade impraticabili per i torrenti d'acqua che si sono formati e zone coperte di grandine quasi fosse manto nevoso con coltivazioni danneggiate.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   12/05/2019
__________________________________________

Nuove regole sullo smaltimento della plastica

In una riunione tenuta a Ginevra centottanta paesi avrebbero raggiunto un accordo per stabilire nuove regole riguardo lo smaltimento dei rifiuti plastici, visto anche il livello allarmante di inquinamento raggiunto negli oceani che si stima sia quantificabile in circa cento milioni di tonnellate. Fra i fattori che hanno reso possibile questo accordo pare che abbiano contribuito (sull'opinione pubblica) le immagini di stomaci aperti di animali pieni di plastica e la notizia che le microplastiche possono entrare nell'organismo umano ed arrivare anche al cervello, ma a quanto pare bisognerà aspettare un anno prima che la nuova normativa entri in vigore. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche che un nuovo studio consiglia di passare ogni giorno del tempo nella natura per abbassare i livelli di stress, quasi come antidoto a problematiche mentali e fisiche facendo notare come per ragioni evoluzionistiche l'uomo la percepisce come luogo confortevole.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   11/05/2019
__________________________________________

Rifiuti di plastica inceneriti a Filadelfia

I cittadini di Philadelphia si sono ritrovati con montagne di plastica, carta e vetro da smaltire, deficit finanziario e fumi piuttosto tossici provenienti dall'inceneritore, con aria irrespirabile (presso Chester), in seguito alla decisione della Cina di non accettare più i rifiuti sporchi di residui alimentari da riciclare e quelli di questa ed altre città degli Stati Uniti sono risultati con residui di contaminazione da un quindici ad un venti percento. La Cina è stata per venticinque anni il maggior paese riciclatore di materiale plastico e carta, ma dalla primavera del 2018 le autorità hanno deciso che questa attività sia consentita solo per rifiuti praticamente ben puliti e questa decisione ha avuto anche conseguenze ecologiche e finanziarie dal momento che le navi viaggiavano all'andata cariche di prodotti cinesi ed al ritorno cariche di rifiuti, che venivano valutati economicamente secondo il tonnellaggio. Polemiche dei cittadini americani anche riguardo le normative che non prevedono limiti nella produzione di rifiuti.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   10/05/2019
__________________________________________

Mangiare più riso per essere meno obesi

Confrontando il consumo di riso, sia riguardo i grammi assunti che calcolando l'apporto calorico, in centotrentasei paesi un ricercatore giapponese avrebbe notato come nei paesi dove il consumo è maggiore scende la percentuale di individui obesi anche se la causa di questo migliore stato di forma fisica non è ben chiara. Forse il riso integrale è ricco di fibre e nutrienti che danno nel pasto un maggiore senso di sazietà all'organismo e quindi prevenendo l'assunzione di altri alimenti e comunque è noto da tempo che le popolazioni asiatiche che tendono a consumare più riso spesso sono piuttosto magre (tenendo anche presente lo stile di vita e fattori socioeconomici). Secondo gli esperti basterebbe aumentare il consumo di riso di cinquanta grammi al giorno per ridurre di un percento l'obesità mondiale e quindi da seicentocinquanta milioni di adulti a seicentoquarantatre e mezzo.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   09/05/2019
__________________________________________

Obiettivo emissioni zero in Nuova Zelanda

Le autorità della Nuova Zelanda hanno approvato una normativa per rendere il paese neutrale riguardo le emissioni di biossido di carbonio entro il 2050 e contenere il rialzo delle temperature medie entro un grado e mezzo, un obiettivo importante ed una sfida anche per la comunità internazionali; ma la mancanza di provvedimenti per il settore relativo all'allevamento, di grande rilevanza economica per questo paese, ha provocato le lamentele degli ambientalisti dal momento che sarebbe responsabile di un terzo delle emissioni. Si parla in questo caso di sfruttare un metano biogenico utilizzando nuove tecnologie anche se l'unica soluzione secondo alcuni sarebbe di diminuire la produzione (ed il consumo di carne). Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche i danni all'agricoltura causati in Bangladesh dal ciclone "Fani" che ha colpito oltre sessantatremila ettari di coltivazioni, oltre a provocare diverse vittime ad altri danni.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   08/05/2019
__________________________________________

Moduli per climatizzatori che catturano CO2

E' possibile montare degli accessori come moduli speciali nei normali climatizzatori già installati sulle abitazioni in modo che possano catturare il biossido di carbonio dall'atmosfera, almeno secondo un team di ricercatori tedesco-canadesi; infatti, questi dispositivi sono progettati per muovere grandi masse d'aria grazie ad una grossa ventola di raffreddamento che agisce su uno scambiatore di calore e quindi si potrebbe integrare i condizionatori con la funzione tipica dei sistemi di cattura e conversione del biossido di carbonio. Una volta catalizzati carbonio ed ossigeno, magari con l'aiuto di sistemi fotovoltaici, si potrebbe combinarli con idrogeno estratto dall'acqua (sempre normalmente prodotta durante il funzionamento dei condizionatori) in modo da ottenere un semplice liquido con presenza di idrocarburi da stoccare e poi trasportare in appositi impianti di trattamento.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   07/05/2019
__________________________________________

Maltempo in Italia con vento e freddo

A causa dell'ondata di maltempo che ha interessato tutta la penisola da nord a sud ci sarebbero due vittime ed un disperso, poi si parla di danni rilevanti ai raccolti agricoli soprattutto per i frutti più giovani anche a causa dello sbalzo rilevante delle temperature. In molte regioni del Nord lo scenario più che al mese di maggio rimanda i ricordi ai mesi invernali con abbondante copertura nevosa sui monti e neve anche a circa seicento metri. Molti gli alberi sradicati ad esempio nei pressi del Lago di Garda a causa di forti raffiche di vento, poi casi di strutture scoperchiate e tegole cadute in altre zone. A sud in Sicilia è capitato che un turista tedesco che non indossava il casco obbligatorio ed attrezzatura idonea è deceduto dopo essere stato scaraventato su una macchina parcheggiata mentre si accingeva a praticare kitesurf a causa di una folata di vento che lo ha trascinato verso terra invece che in direzione del mare.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   06/05/2019
__________________________________________

Danni in India a causa di un ciclone

Sarebbero almeno otto le vittime e centinaia i feriti oltre a tetti di case scoperchiati, alberi sradicati e linee elettriche interrotte a causa del passaggio del forte ciclone "Fani" (paragonabile ad un uragano di categoria quattro) che con forte vento e folate a duecentoquaranta chilometri orari ha sferzato in particolare l'Odisha, poi ha perso potenza ma è ancora in grado di arrecare danni nel suo percorso dalla costa orientale probabilmente verso l'ovest del Bengala e poi il Bangladesh [segnalate in seguito nove vittime]. Le autorità con squadre di pronto intervento e procedendo all'evacuazione di un milione e duecentomila persone sono riuscite a limitare il numero delle vittime ed anche in mare sono state approntate delle imbarcazioni per soccorrere quelle in balia di alte onde nel Golfo del Bengala; difficoltà poi per tutti i trasporti e le comunicazioni con molte cancellazioni. Si ricorda che nel 1999 un super ciclone aveva causato quasi diecimila vittime.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   04/05/2019
__________________________________________

Un forte ciclone si avvicina all'India

Quasi un milione di persone sarebbero state evacuate nel nord-est dell'India a causa dell'avvicinarsi [in seguito si parla di otto vittime] del forte ciclone "Fani"; infatti, si prevede che il vortice caratterizzato da forte vento con picchi superiori a duecento chilometri orari e forti precipitazioni piovose si dirigerà dal Golfo del Bengala nell'interno del paese probabilmente in direzione della città sacra di Puri in Odhisa, poi si parla anche di alte onde sulle coste. Le autorità hanno predisposto squadre di soccorso pronte ad intervenire nelle aree a rischio avvertendo i pescatori a non prendere il mare, poi con provvedimenti di limitazione dei trasporti navali dal momento che il ciclone potrebbe essere il più distruttivo da decenni. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche le difficoltà riscontrate dagli agricoltori in Germania che si ritrovano con un terreno piuttosto secco a causa della siccità dell'anno scorso e costretti ad irrigare copiosamente i campi.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   03/05/2019
__________________________________________

Leonardo da Vinci artista, scienziato e scrittore

La personalità di Leonardo (1452 Vinci - Amboise 1519) è variegata e misteriosa come alcuni suoi celebri dipinti, ma di sicuro ci si trova davanti ad una delle più grandi menti dell'umanità visto ad esempio i suoi contributi al progresso artistico con il celebre sfumato e scientifico grazie agli studi sull'inerzia, idrostatica, sui vasi comunicanti e sulla portata costante. Definito spesso come artista neoplatonico, anche se per Platone l'arte non è altro che copia della copia dell'idea, sfrutta soprattutto la vibrazione ed il riverbero della luce su elementi della natura attentamente studiati con osservazioni sperimentali, invece si serve di un alone d'ombra sulle figure umane per dare un senso di mirabile morbidezza, come risulta dal suo trattato sulla pittura. Uomo anche spregiudicato che in pratica in una celebre lettera si presentò a Ludovico il Moro come esperto in arti militari, poi non si fece scrupolo di prestare servizio presso il famigerato Cesare Borgia.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   02/05/2019
__________________________________________

Influenza delle correnti a getto sul clima

Un nuovo studio avrebbe evidenziato quanto le correnti a getto con potenti flussi d'aria che circondano il pianeta siano state responsabili di eventi collegabili ad ondate di calore e siccità nel 2018 (ed anche durante l'estate del 2015, 2006, 2003), almeno secondo ricercatori tedeschi che hanno individuato un modello climatico che tende a ripetersi ad un'altezza di circa dieci chilometri con correnti d'aria stazionarie che provocano condizioni climatiche estreme e persistenti in particolari regioni del globo. In pratica durante le giornate assolate sono favorite ondate di calore e siccità mentre nelle giornate piovose le forti precipitazioni provocano inondazioni, in un cosiddetto fenomeno "wave-7". Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche che è salito a trentotto il bilancio delle vittime del ciclone in Mozambico, poi a Parigi in una conferenza sul clima è emerso il grave danno fatto dall'umanità all'ambiente.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   30/04/2019
__________________________________________

Inondazioni in Mozambico e in Canada

A causa del passaggio del ciclone "Kenneth" vaste aree del Mozambico sono state inondate da fiumi d'acqua che hanno danneggiato o distrutto quasi tremilacinquecento abitazioni, si parla anche di alcune vittime mentre le autorità temendo per eventuali frane avvertono la popolazione di cercare di spostarsi in zone sicure nei distretti a rischio. Notevoli le difficoltà negli spostamenti; infatti, molte strade sono sommerse e le previsioni annunciano pioggia anche per i prossimi giorni, poi vi sono danni a ponti, scuole, strutture per la fornitura di energia elettrica e molte persone sono rimaste prive di beni basilari per la sopravvivenza. Per quanto riguarda il Canada una diga presso Montreal ha ceduto con conseguenti inondazioni di oltre settecento case costringendo all'evacuazione di migliaia di abitanti, ma non vi sarebbero feriti anche grazie all'intervento di molte squadre di soccorso, poi si teme per il livello raggiunto da diversi fiumi nel paese.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   29/04/2019
__________________________________________

Manifestazioni in Brasile contro la deforestazione

La popolazione nativa del Brasile sostiene che con la nuova amministrazione del paese si sarebbero persi trent'anni di progressi sul piano ambientale; infatti, sfilando con abiti tradizionali in una colorata manifestazione avrebbe denunciato come la deforestazione dell'Amazzonia stia sfigurando l'aspetto della loro terra (i polmoni verdi del pianeta sono un patrimonio da salvaguardare per tutte le popolazioni). Si stima che l'umanità abbia distrutto circa trenta milioni di ettari di foresta tropicale nel 2018 confrontando dati ottenuti da fotografie satellitari, quasi un terzo dei quali foresta pluviale primaria e quindi si tratta di un grave danno che rischia di rendere meno efficace il progetto ambientale globale per contenere il surriscaldamento climatico, tanto che i ricercatori parlano di situazione di emergenza per le foreste considerando che assorbono il trenta percento delle emissioni ad effetto serra.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   27/04/2019
__________________________________________

Inondazioni in Sud Africa e ciclone in Mozambico

Sarebbero settanta le vittime e circa mille le persone che in Sud Africa (nel KwaZulu-Natal ed altre zone) hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni a causa di precipitazioni piovose torrenziali e successive inondazioni che hanno fatto anche crollare case e fatto cadere pali elettrici oltre ad ostacolare la circolazione stradale e reso inservibili le fognature. Particolarmente colpita la città portuale di Durban e quella costiera di Amanzimtoti, in quest'ultimo caso si parla di case scomparse sotto gli occhi dei proprietari. Per quanto riguarda il Mozambico il ciclone denominato "Kenneth" sarebbe in arrivo con allerta rossa con effetti già tangibili sulle coste ed alte onde ad appena sei settimane di distanza dal ciclone "Idai" che ha lasciato una scia di distruzione con la popolazione che ancora cerca fra difficoltà, malattie ed abusi di tornare a condizioni di normalità.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   26/04/2019
__________________________________________

Surriscaldamento climatico e squilibri economici

La condizione economica della maggior parte dei paesi poveri è molto peggiore di quella stimata senza gli effetti negativi su questo piano del surriscaldamento climatico, almeno secondo i risultati di uno studio effettuato misurando le temperature annuali di centosessantacinque paesi in cinquant'anni valutando le variazioni riguardo la crescita economica in base agli effetti delle fluttuazioni di temperatura. Dal 1962 al 2010 il surriscaldamento climatico avrebbe diminuito il benessere economico dei paesi più poveri del pianeta dal diciassette al trenta percento, poi si fanno più sensibili le differenze con i paesi ricchi con un gap per persona quantificabile in un venticinque percento riguardo le entrate economiche minime e massime. Se i raccolti sono più produttivi i lavoratori stanno meglio ed in genere con una temperatura non troppo calda o fredda si produce di più, quindi si teme che in futuro ci si allontanerà da una temperatura ottimale anche nelle economie prospere.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   24/04/2019
__________________________________________

Forte terremoto nelle Filippine

Sarebbero sedici le vittime e decine i feriti a causa di un terremoto quantificabile di una magnitudo 6.3 che ha scosso la capitale Manila nelle Filippine con epicentro localizzato presso la città di Bodega nell'isola principale di Luzon. I media mostrano immagini di acqua che cade dalla piscina collocata all'ultimo piano di un grattacielo di Manila per effetto delle forti oscillazioni causate dal sisma e quindi del panico che ha fatto fuggire la popolazione per le strade (migliaia gli evacuati), poi si parla di vari danni e di persone intrappolate in edifici crollati mentre le squadre di soccorso stanno cercando i dispersi. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche l'ondata di maltempo che ha colpito alcune regioni del meridione in Italia con raffiche di vento ed alte onde sulle coste causando almeno una vittima, un turista francese la cui barca a vela si è rovesciata nel mare della Sardegna.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   23/04/2019
__________________________________________

Pioggia torrenziale e frane in Colombia

Sarebbero diciassette le vittime, diversi feriti e sedici i dispersi in un'area rurale della municipalità di Rosas a causa di precipitazioni piovose torrenziali e conseguenti frane che da alcuni giorni stanno interessando il sud-ovest della provincia di Cauca in Colombia ostacolando anche la circolazione in importanti arterie stradali del paese; i soccorritori stanno cercando i dispersi fra le case travolte e danneggiate dal fango, quindi il bilancio delle vittime potrebbe aumentare. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche che in una giornata dedicata alla salvaguardia del pianeta organizzazioni internazionali avvertono del preoccupante calo di biodiversità e della necessità di intervenire urgentemente, poi alcune ricerche recentemente focalizzano l'attenzione su come le microplastiche stiano diventando parte dell'inquinamento atmosferico depositandosi anche sulle montagne e nei luoghi più incontaminati del globo.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   22/04/2019
__________________________________________

Eccessiva sedimentazione nei laghi in Indonesia

La deforestazione incontrollata sta favorendo l'eccessiva sedimentazione in tre grandi laghi in Indonesia nell'est Kalimantan tanto che nella stagione secca le auto e le moto possono attraversare sui fondali prosciugati. Questo fenomeno oltre che essere causato dalla deforestazione nella sezione superiore del fiume Mahakam sarebbe favorita dalla coltivazione di grandi piantagioni di palma da olio praticata in ventisei ampie aree intorno ai laghi e quando arriva la stagione delle piogge all'opposto possono verificarsi esondazioni per il grande flusso d'acqua. Si cerca poi di prevenire il deteriorarsi delle condizioni di vita di rare specie acquatiche con programmi educativi orientati alla popolazione anche evitando che i pescatori usino cianuro di potassio nella pesca; inoltre, vi sarebbero iniziative di rivitalizzazione ecologica anche per altri laghi di Sumatra, Bali e Gorontalo.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   20/04/2019
__________________________________________

Sfruttamento sistemico dell'Artico in Russia

I cambiamenti climatici ed il surriscaldamento dell'Artico con lo scioglimento dei ghiacci stanno rendendo possibile accedere agevolmente alle risorse di idrocarburi in vaste aree e dalle dichiarazioni delle autorità russe sembrerebbe chiaro che si punta al loro sfruttamento sistemico (e quindi con conseguente aumento delle emissioni inquinanti), ma ad esempio in Canada dove sono notevoli i danni nelle zone artiche che si stanno surriscaldando ad un ritmo triplo rispetto alla media globale si pensa di agire tutti insieme su diversi livelli a questa sfida e piani ambiziosi per fronteggiare i cambiamenti climatici ad esempio con una carbon tax federale, poi anche promuovendo incentivi sulle auto ad emissioni zero. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche che un terremoto di magnitudo 6.1 ha colpito l'est di Taiwan causando alcuni feriti e lievi danni.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   19/04/2019
__________________________________________

Inondazioni nel nord-ovest del Pakistan

Sarebbero sei le vittime e ventitre i feriti a causa di precipitazioni piovose torrenziali durate per due giorni con conseguenti inondazioni nel nord-ovest del Pakistan, poi si parla di vari danni come ad esempio undici tetti di case crollati nel Khyber Pakhtunkhwa e molta pioggia anche a Peshawar. Dal quattro aprile sale a quattordici il bilancio delle vittime nel nord-ovest del paese oltre a trentatre feriti con diciotto abitazioni danneggiate (senza considerare la recente tempesta di sabbia). Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche che sta crescendo la preoccupazione in Italia riguardo eventuali pericoli per la salute derivanti da contaminazioni nei fiumi da Pfas, sostanze chimiche largamente utilizzate come impermeabilizzanti in processi industriali, dopo i dati rilevati nel Po e in diversi affluenti.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   18/04/2019
__________________________________________

Russia orientata verso internet domestico

La normativa proposta dalla Russia di filtrare la rete web (imponendo una tassa piuttosto contestata) in modo da consentire un tipo di navigazione controllata dalle istituzioni in caso di attacco informatico, ha spinto alcuni a dichiarare che questa specie di internet domestico potrebbe censurare contenuti sgraditi anche se per il momento sono sconosciuti i dettagli tecnici su come si intende regolare il traffico ed i ponti di scambio dati; poi rimane ancora un passaggio ed una validazione prima che la legge venga ratificata ed entri in vigore dal primo novembre del 2019. Non si tratterebbe di un sistema ad alta invasività di blocchi come accade in Cina, ma rimane il dubbio se vi sarà un continuo segreto controllo delle autorità sull'informazione digitale. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche tecnologiche il crescente inquinamento in Ghana in Africa provocato dal riciclaggio incontrollato di materiale elettronico.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   17/04/2019
__________________________________________

Tempesta di vento in Pakistan

Sarebbero cinque le vittime e decine i feriti a causa di una tempesta di vento e polvere che ha sferzato Karachi con forti raffiche, danneggiando case, sradicando alberi e facendo crollare muri e segnalazioni stradali della grande città portuale nel sud del paese. Un muro di una scuola è crollato ferendo degli studenti, poi dieci pescatori sono dispersi dopo che la loro barca è stata spinta al largo del Mare Arabico dal forte vento. Da segnalare cambiando argomento che un incendio probabilmente partito da un'impalcatura per togliere lo smog della cattedrale di Notre Dame a Parigi ha fatto crollare il tetto costruito con circa milletrecento alberi di quercia e quindi la simbolica alta guglia gotica, mentre si indaga sul grave incidente che ha anche in parte rivelato le carenze riguardo la qualità della manutenzione (e dell'impianto antincendio) per un monumento che è patrimonio dell'umanità.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   16/04/2019
__________________________________________

Grande barriera corallina sbiancata

La condizione di salute della grande barriera corallina in Australia, per quanto riguarda la biodiversità, sta peggiorando visibilmente a causa del surriscaldamento del mare e secondo i ricercatori si è raggiunto il peggiore livello di sbiancamento dei coralli dal 2016; poi bisogna tenere presente che progressivamente viene sempre più degradato il carbonato che costituisce l'impalcatura con cui i polipi per secrezione costruiscono le conchiglie. Si stanno studiando delle soluzioni per contrastare lo sbiancamento ad esempio selezionando specie di molluschi meno sensibili all'aumento delle temperature e con pellicole protettive fluttuanti sopra i coralli anche per salvaguardare le attività di turismo e pesca che costituiscono un'importante risorsa. Da segnalare recentemente un'ondata di maltempo in Texas negli Stati Uniti con un tornado classificato EF-3 presso Franklin a Dallas con picchi di vento superiori a duecentoventi chilometri orari che ha causato decine di feriti e danni.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   15/04/2019
__________________________________________

Record storico di caldo per l'Artico canadese

Analizzando campioni di permafrost dello Yukon nell'Artico canadese i ricercatori avrebbero riscontrato dai dati monitorati come le temperature siano le più alte mai registrate da diecimila anni e stanno ancora aumentando. Le temperature ora battono ogni record e sono maggiori di quelle di periodi storici molto caldi in cui l'asse del pianeta era maggiormente orientato in direzione del sole e quindi con maggiore irraggiamento. Le conseguenze di questo anomalo surriscaldamento sul territorio e sulla comunità hanno portato le autorità a dichiarare lo stato di emergenza per lo Yukon anche se il permafrost subisce gli effetti dell'aumento di temperatura meno del ghiaccio grazie all'isolamento consentito dalla vegetazione, ma soprattutto nelle zone ad ovest gli effetti ambientali sono più evidenti. Per contrastare i cambiamenti climatici la popolazione del Canada dovrebbe diminuire molto le emissioni inquinanti e cambiare le abitudini di vita.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   13/04/2019
__________________________________________

Nutrizione equilibrata utile per salute e pianeta

Si stima che nel globo un milione di persone siano malnutrite e all'opposto due milioni nutrite in eccesso, tanto che i ricercatori affermano che questo tipo di alimentazione globale squilibrata è in pratica la principale causa di decesso rispetto ad altri fattori di rischio oltre ad avere effetti negativi sul clima del pianeta (come ad esempio accade per l'eccessivo consumo di carne e di dolciumi contenenti olio di palma). Fra le cattive abitudini alimentari monitorate vi sarebbero quelle relative al consumo di bevande zuccherine, in media dieci volte superiori alle quantità raccomandate, quelle di sale raggiungono l'ottantasei percento in più; mentre è abbastanza ridotto l'apporto di cibi salutari come frutta e verdura, almeno rispetto alle cinque portate al giorno suggerite in genere. L'epidemia mondiale di obesità è un carico davvero pesante per l'ambiente quindi bisognerebbe cominciare con l'insegnare ai bambini le basilari buone abitudini alimentari.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   12/04/2019
__________________________________________

Fotografia simulata di un buco nero

Sfruttando una simulazione resa possibile dall'elaborazione computerizzata effettuata da supercomputer dei dati relativi ad otto potenti radiotelescopi sparsi nel globo, in modo da simulare le dimensioni di un unico enorme telescopio, i ricercatori avrebbero effettuato una fotografia del buco nero al centro della nostra galassia (dell'orizzonte degli eventi dal momento che anche la luce è come divorata dalla grandissima forza della massa gravitazionale che deriva dal collasso di una supernova). Per poter fare una fotografia reale del buco nero, che ha una massa milioni o miliardi di volte quella del Sole, bisognerebbe costruire un telescopio delle dimensioni di tutta la Terra, quindi è stato necessario utilizzare un trucco. Si tratta di un evento importante perché si ipotizza che i buchi neri siano responsabili della formazione delle galassie e senza di essi l'universo apparirebbe probabilmente molto diverso da quello che vediamo.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   11/04/2019
__________________________________________

Inondazioni a Rio de Janeiro in Brasile

Sarebbero tre le vittime nella città di Rio de Janeiro a causa di precipitazioni piovose torrenziali che hanno trasformato alcune strade in fiumi impetuosi tanto da sradicare degli alberi, mentre i soccorritori sono riusciti a salvare molte persone intrappolate in bus ed auto; poi si parla di un disperso e di danni alle infrastrutture oltre a interruzioni nell'erogazione dell'energia elettrica. Spesso le favelas in questa metropoli sono costruite in zone soggette ad essere inondate ed in febbraio già c'erano state sei vittime sempre per forti piogge. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche che uno studio avrebbe evidenziato come la plastica che rimane visibile sulla superficie dei mari sia solo una piccola parte di un'enorme quantità che finisce degradata sui fondali e quindi dell'importanza di cercare di rimuovere tutti i residui di plastica dalle coste.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   10/04/2019
__________________________________________

Fusione dei ghiacciai prima dei tempi previsti

A livello globale i ghiacciai si starebbero sciogliendo con una percentuale superiore del diciotto percento rispetto a quanto calcolato nel 2013, a causa del surriscaldamento climatico, cinque volte più velocemente del 1960 e quindi con un ritmo più rapido rispetto ai tempi previsti con conseguente rialzo del livello del mare. Si stima che la perdita sia di trecentotrentacinque miliardi di tonnellate di neve e ghiaccio ogni anno, di cui oltre la metà in Nord America; poi i ghiacciai che si fondono più velocemente sarebbero in Europa centrale, Caucaso, ovest del Canada, Stati Uniti, Nuova Zelanda e vicino ai tropici, perdendo circa un percento della loro massa ogni anno. La maggior causa del rialzo del livello dei mari è dovuta al fatto che gli oceani stanno diventando sempre più caldi e l'acqua si espande (?), ma i nuovi dati dimostrerebbero che la fusione dei ghiacciai è responsabile del rialzo di un venticinque, trenta percento e quindi molto più del previsto.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   09/04/2019
__________________________________________

Anfibi minacciati da una pandemia globale

Gli anfibi utilizzano la pelle per respirare e regolare l'umidità corporea ma rischiano di ammalarsi gravemente a causa di una pandemia globale causata da un fungo che attacca la pelle di rane ed altri anfibi che sarebbe diventato più pericoloso a causa di una mutazione genetica. Questa micosi ha effetti devastanti essendo molto contagiosa e si parla di sparizione di novanta specie nel globo in solo cinque anni e con impatto significativo su oltre cinquecento, considerando il ruolo degli anfibi nel mantenere in equilibrio l'ecosistema mangiando ad esempio anche molte zanzare (responsabili di varie malattie nell'uomo), ed alcuni denunciano la mancanza di sorveglianza negli aeroporti dal momento che si consente il trasporto aereo in tutto il globo di molte specie animali selvatiche ed ora il fungo è molto diffuso in Sud America ed Australia nonostante la micosi sia iniziata in Asia.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   08/04/2019
__________________________________________

Prevenire le tempeste con bolle dal fondo del mare

In genere tempeste come uragani, cicloni e tifoni si verificano quando la superficie del mare raggiunge una temperatura di ventisei gradi e mezzo o superiore e l'aria calda surriscaldata del mare tende a salire a vortice insieme a quella della formazione ciclonica aumentandone la potenza distruttiva sul territorio nel suo percorso; quindi i ricercatori pensano di provare a pompare con tubi delle bolle d'aria dal fondo del mare in modo da abbassare la superficie del mare. Questa tecnica è già utilizzata in Norvegia, ma con lo scopo opposto di impedire la formazione di lastre di ghiaccio nei fiordi che non consentono la navigazione; infatti, in questo caso le bolle pompate dalla profondità del mare sono di aria più calda (con uno scenario inverso ad esempio a quello del Golfo del Messico dove l'acqua più calda si trova in superficie e quella più fredda nelle profondità dell'Oceano). Altri stratagemmi precedentemente tentati non hanno prodotto risultati apprezzabili.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   06/04/2019
__________________________________________

Dopo la siccità tanta pioggia e neve in Italia

Una perturbazione caratterizzata da forti precipitazioni piovose ha interrotto il lunghissimo periodo di siccità in Italia che per alcune regioni del Nord durava da dicembre, ma si sono verificati anche disagi ad esempio per le forti nevicate in montagna con conseguente alto rischio di valanghe, caduta di alberi ed acqua alta a Venezia con un record di centotrentaquattro centimetri; poi ci sono preoccupazioni per le coltivazioni visto lo sbalzo di temperature con valori praticamente invernali che colpisce una vegetazione che ha subito gli effetti di una primavera anticipata. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche che uno studio internazionale avrebbe evidenziato come l'inquinamento stia riducendo l'aspettativa di vita dei neonati di circa venti mesi con un impatto più consistente nel sud dell'Asia (e quindi in questo caso trenta mesi) a causa dell'inquinamento presente all'interno delle abitazioni.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   05/04/2019
__________________________________________

Unità a biogas in Kenya contro la deforestazione

In Kenya il problema legato alla deforestazione dovuto alla richiesta di legname per cucinare starebbe causando notevoli danni naturalistici e si cerca di cambiare le abitudini della popolazione, specialmente degli allevatori, promuovendo nel paese un progetto per la costruzione di piccole e semplici unità a biogas che bruciano scarto e letame di mucca consentendo una cottura più veloce con meno fumo, quindi anche più facile e con meno rischi per la salute di chi cucina, poi i fanghi che risultano come scarto della combustione possono essere utilizzati come concime. Ottocento unità a biogas sono state costruite sin dal 2001 nella contea di Kiambu e si spera di raggiungere il numero di duemila unità per la fine del 2022. Quello della deforestazione per ottenere legname da ardere è una problematica globale e ad esempio in Indonesia molti accusano fra le cause dell'aggravamento dei danni da recenti inondazioni proprio la deforestazione, anche dovuta alla coltivazione della palma da olio.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   04/04/2019
__________________________________________

Nubifragi su campi di tende di sfollati in Siria

Dei forti nubifragi che da tre giorni stanno interessando il nord-ovest della Siria nella provincia di Idlib avrebbero inondato circa quattordici campi allestiti con tende che accolgono quarantamila rifugiati della guerra civile che dura dal 2011. Squadre di soccorso cercano di fronteggiare la difficile situazione muovendosi fra le tende nel fango e torrenti d'acqua, poi si parla di danni alle coltivazioni e gli allevamenti e vi sarebbero state inondazioni anche nella provincia di Aleppo con molte tende distrutte ed un ospedale da campo inagibile. Le persone che vivono nelle tende dipendono dagli aiuti internazionali per ogni necessità e quindi cibo, coperte, carburante per il riscaldamento nei mesi invernali. Da segnalare cambiando argomento e spostando l'attenzione al Venezuela che la popolazione di Caracas in molti casi è senza acqua potabile a causa della mancanza o interruzioni di energia elettrica che non permette il funzionamento delle pompe idriche.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   03/04/2019
__________________________________________

Inondazioni per piogge torrenziali in Iran

Sarebbero almeno cinque le vittime nell'ovest della provincia del Lorestan in Iran per improvvise inondazioni causate da precipitazioni piovose torrenziali con danni anche alle infrastrutture oltre a edifici residenziali, ponti e strade; si parla poi di molte evacuazioni nelle aree colpite dalle inondazioni. Le autorità avevano provveduto a diramare lo stato di emergenza sempre a causa delle forti piogge ad esempio per il nord del Khuzestan considerando che nelle settimane precedenti si contavano quarantaquattro vittime e duecentocinquantasei feriti per inondazioni e frane nel paese. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche i numerosi incendi in provincia di Biella che stanno divorando la vegetazione in Piemonte a causa della siccità prolungata che ha reso molto secco il sottobosco, ma le previsioni annunciano finalmente l'arrivo di precipitazioni piovose.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   02/04/2019
__________________________________________

Tempesta con forti piogge nel sud del Nepal

Sarebbero almeno ventotto le vittime e centinaia i feriti a causa di una tempesta caratterizzata da precipitazioni piovose torrenziali che ha colpito in particolare il distretto di Bara distruggendo molte case e sradicando gli alberi, mentre le squadre di soccorso anche con l'ausilio di elicotteri perlustrano la zona e stanno trasportando i feriti in un ospedale presso Birgunj a centotrentasei chilometri dalla capitale del paese Kathmandu. Ci si aspetta che il bilancio delle vittime possa aumentare dal momento che le cattive condizioni meteorologiche rendono difficili le ricerche, poi molti villaggi risultano anche isolati. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche la preoccupante notizia riguardo la salute del mare a causa del ritrovamento di un capodoglio spiaggiato in Sardegna presso Porto Cervo con oltre venti chili di plastica nello stomaco.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   01/04/2019
__________________________________________

Crisi sanitaria ed umanitaria in Mozambico

La situazione sanitaria in Mozambico è sempre più difficile con circa centoquaranta casi di colera confermati e l'impossibilità della popolazione di poter disporre di acqua potabile pulita dal momento che i pozzi sono contaminati a causa delle inondazioni causate dal ciclone "Idai" di due settimane fa che ha avuto in pratica la stessa potenza distruttiva di un forte uragano, poi le autorità parlano della peggior crisi umanitaria per un paese già povero e che dispone di poche strutture per affrontare l'emergenza. Attraverso dei messaggi preventivi anti colera diffusi in trasmissioni radiofoniche si cerca di sensibilizzare la popolazione specialmente nei casi di acqua stagnante o mancanza di igiene e si parla anche di campagne di vaccinazione mirate come ad esempio per la città portuale di Beira, che è stata particolarmente colpita dal ciclone, dove molte persone sono costrette a vivere in ambienti affollati.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   30/03/2019
__________________________________________

Analisi delle placche tau nei pugili

Negli sport di contatto in cui si ricevono ripetuti colpi alla testa come pugilato, rugby e calcio ci sarebbe il rischio di ammalarsi di encefalopatia traumatica cronica, un tipo di demenza simile all'Alzheimer con conseguenti squilibri comportamentali, confusione e perdita della memoria; quindi i ricercatori hanno proceduto a confrontare le placche tau amiloidi con filamenti che si aggrovigliano nel cervello nei vari casi con un microscopio elettronico verificando che ad esempio in quelle di pugili e giocatori di rugby sono identiche, ma un po' diverse da quelle riscontrate nei malati di Alzheimer (nei pazienti deceduti). Questa scoperta potrebbe aiutare ad identificare i vari tipi di demenza nella diagnosi e con ulteriori ricerche cercare di comprendere come si formano le placche. Altri studi sollevano molti dubbi sul ruolo delle placche amiloidi riguardo la malattia di Alzheimer e suggeriscono che bisogna indagare anche in altre direzioni.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   29/03/2019
__________________________________________

Siccità in Germania e nel nord dell'Italia

Le autorità tedesche hanno dichiarato un problema di dimensioni nazionali la siccità del 2018 con conseguenze che si estendono alla nuova stagione agricola, quindi è stato approntato una specie di allarme siccità in aiuto agli agricoltori. L'umidità del terreno dipende anche dalle precipitazioni invernali che a causa dei cambiamenti climatici sono sempre più scarse costringendo a dotarsi di sistemi idrici di stoccaggio e canalizzazione dell'acqua, che hanno un alto costo, mentre i prodotti agricoli in un mercato globalizzato hanno sempre minore valore. Per quanto riguarda il nord dell'Italia ci si aspetta una stagione molto difficile dal momento che i canali sono in secca ed il livello di fiumi e laghi è molto basso, poi forse anche a causa della siccità del sottobosco degli incendi hanno divorato molti ettari di vegetazione in Piemonte e nel ponente ligure presso Cogoleto.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   28/03/2019
__________________________________________

Tecnointerferenza dello smartphone sulla vita

Confrontando i dati di un questionario compilato da oltre settecento utilizzatori di smartphone con quelli similari ottenuti tredici anni prima i ricercatori australiani avrebbero constatato come una ogni cinque donne e uno ogni otto uomini abbiano dichiarato di sentirsi più stanchi, con peggiore qualità del sonno, meno produttivi, maggiori rischi presi alla guida ed anche dolori fisici. La cosiddetta interferenza degli smartphone nel ventiquattro percento delle donne e quindici percento degli uomini può essere così invasiva da farli diventare utilizzatori problematici a causa delle interruzioni provocate nelle attività dall'utilizzo delle molte applicazioni di questi dispositivi. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche tecnologiche che un noto social network globale avrebbe conservato in chiaro in un server le password degli iscritti senza criptarle.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   27/03/2019
__________________________________________

Obesità nelle bambine porta a pubertà precoce

Quella che viene chiamata come una specie di epidemia mondiale di obesità avrebbe secondo un nuovo studio effetti particolarmente negativi nei bambini con pubertà precoce, crescita irregolare, problematiche socio-emozionali con eventuale rischio di depressione ed abuso di sostanze correlate, poi nelle bambine è stato notato che se sono obese ed hanno una pancia prominente fra un'età di quattro ed i sette anni è frequente che inizino la pubertà prima dei nove anni (per quanto riguarda i maschi vi sono controversie sull'argomento). La ricerca avrebbe anche evidenziato che avere una pancia prominente significa avere oltre il doppio del rischio di pubertà precoce rispetto all'obesità, probabilmente perché la pancia è più legata alla massa grassa nel calcolo del B.M.I. dal momento che negli altri casi si tratta di massa muscolare diffusa nel corpo.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   26/03/2019
__________________________________________

Emergenze nel sud-est dell'Africa dopo il ciclone

Le autorità di Mozambico, Zimbabwe e Malawi hanno molte difficoltà a gestire le varie emergenze anche sanitarie, con rischio di epidemie di colera nei campi allestiti a tende, in questi paesi duramente colpiti dal ciclone "Idai" dieci giorni fa; nel frattempo è salito a oltre settecentocinquanta persone il bilancio delle vittime, poi un milione ed ottocentomila persone avrebbero bisogno di assistenza immediata e si parla anche di un milione di bambini rimasti privi di abitazione e di ogni servizio. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche naturalistiche la siccità che compromette la qualità delle coltivazioni nel nord d'Italia e temperature insolitamente alte per il periodo, con le previsioni meteo che annunciano l'arrivo di una perturbazione fredda su tutta la penisola con forti venti che potrebbero danneggiare i germogli.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   25/03/2019
__________________________________________

Alte frequenze per la tecnologia mobile 5G

Con il passaggio dalle tecnologie mobili di seconda, terza e quarta generazione che funzionavano fra settecento MegaHertz e sei GigaHertz alla quinta generazione si passerà a frequenze fra ventotto e cento GHz; una differenza davvero significativa per consentire maggiore velocità nel trasferimento dati ma che pone interrogativi riguardo i rischi sulla salute degli utilizzatori considerando che molti ricercatori già si lamentavano dell'inquinamento elettromagnetico causato da smartphone che si portano vicino agli organi del corpo (nelle tasche dei pantaloni e delle giacche). Le onde ad alta frequenza di minore ampiezza avranno anche bisogno di molte più antenne posizionate a bassa altezza ad esempio nelle città perché sono fermate dagli edifici e raggiungono minori distanze, ma riguardo questa caratteristica non si conosce l'esatto funzionamento della tecnologia a causa dei vari brevetti che appartengono ad aziende cinesi.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   23/03/2019
__________________________________________

Affonda un traghetto sul fiume Tigri in Iraq

Sarebbero almeno cento le vittime, la maggior parte donne e bambini, a causa del naufragio di un traghetto in viaggio turistico sul fiume Tigri in Iraq presso Mosul; pare che l'imbarcazione sovraccarica di persone abbia cominciato ad imbarcare acqua e si sia sempre più appesantita da un lato fino a quando si è rovesciata completamente, poi si parla anche successivamente di innalzamento delle acque del fiume per l'apertura di una diga a Mosul. Molti a bordo non sapevano nuotare ed i soccoritori anche con l'utilizzo di elicotteri sono riusciti a trarre in salvo cinquantacinque persone, mentre le autorità hanno aperto un'inchiesta sull'accaduto e arrestato alcuni membri dell'equipaggio. Da segnalare cambiando argomento ma rimanendo su tematiche che riguardano la sicurezza che una compagnia di volo indonesiana avrebbe disdetto l'ordine di acquisto di quarantanove aerei "737 MAX 8" considerati poco sicuri.
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:  338 1809310         Data:   22/03/2019
__________________________________________

Pirati in giacca e cravatta

Ormai l'immagine tradizionale dei pirati organizzati in ciurme di ex corsari armati di pistole e coltelli alla cintola ha ceduto il passo al nuovo predatore vestito in giacca e cravatta che naviga e spadroneggia sul web (banditi che scaricano interi siti ed individuano le chiavi di protezione, rubano i simboli, le musiche..), magari con una nomea di tutta sicurezza che nasconde l'inganno alla prima virata di click. Ad esempio digitando "salutistico.it" su un noto motore di ricerca fra gli altri collegamenti al sito www.salutistico.it, appaiono altri link non autorizzati fra cui anche uno a quei portali per scaricare programmi gratuiti, ma che in pratica risultano a pagamento tramite Dialer. Attenti ai pirati esploratori del web Internet, navigate in acque sicure; infatti, il Demo del programma "Benessere Corpo - Mente - Anima" depositato che gode di tutti i diritti di autore si può scaricare gratis dal mio sito Internet salutistico.it compilando l'apposita scheda di registrazione (e successivamente con relative password comunicate) e mi dissocio dall'utilizzo del mio software a pagamento per qualsiasi sito differente dal mio. Da notare purtroppo che anche digitando "salutary.eu" per la versione inglese, vengono visualizzati collegamenti sconci o truffaldini. - Ultimamente è scomparso l'intero sito da alcuni motori di ricerca.. (che evidentemente utilizzano gli stessi criteri di selezione).
Posta elettronica:  info@salutistico.it   
Telefono:   338 1809310          Data:   19/01/2007
__________________________________________