Consulta gli articoli
Indagine sui clorofluorocarburi

Nonostante la produzione di clorofluorocarburi da quanto dichiarato dalle industrie chimiche sia ridotta a zero le rilevazioni effettuate ora avrebbero evidenziato che le emissioni sono quasi le stesse di venti anni fa, almeno per una componente chiamata CFC11 dannosa per lo strato di ozono dell'atmosfera che protegge dai raggi ultravioletti utilizzata per produrre ad esempio schiume, agenti ad azione smacchiante e gas per la refrigerazione. Si sospetta analizzando i dati provenienti da diverse centraline di rilevamento che l'origine delle emissioni, aumentata progressivamente dal 2013, sia probabilmente da identificare in zone di Cina, Mongolia e Corea forse come derivato della produzione di altre componenti chimiche (ma alcuni dicono che non si rispettano i divieti). La natura rimuove ogni anno il due percento dei CFC11 e le concentrazioni tenderebbero a diminuire se non vi fossero continue emissioni con conseguenti vari effetti negativi.

Posta elettronica:   info@salutistico.it
Telefono:   338 1809310          Data:   21/05/2018                             n░ articolo:   3770 _____________________________________________________________________________________________________

:: Prima pagina del giornale salutistico ::



           

Prima pagina
Salutistico e Benessere
Corpo - allenamento
Mente - allenamento
Anima - allenamento
Preghiera e Meditazione
Alimentazione
Allenamento e Fitness
Salute e Wellness
Musica
Ambiente e natura
Tecnologia e pubblicazioni
Sicurezza e salute
Meditazione e societÓ
Alimenti e sicurezza
Umorismo salutistico
Varie e naturali
     

          Immettere un dato da cercare nel giornale: